mobile

Archivio News

12 dicembre 2016

Bari, cultura a catinelle

La Cultura da privilegio di una élite può diventare un diritto accessibile a tutti. È il tema dell'incontro con il regista e sceneggiatore Gennaro Nunziante e il deputato Antonio Distaso, organizzato dall'Associazione culturale Il Confronto, in programma giovedì 15 dicembre alle 18 nel Centro polifunzionale studenti, l'ex Palazzo delle Poste, in piazza Cesare Battisti.

Interverranno, inoltre, il giornalista Michele De Feudis (Borderline24) come moderatore e il Presidente dell'Associazione Il Confronto, Ignazio Lagrotta.

L'incontro, dal titolo “Cultura e identità. Dalla fruizione di pochi, all'opportunità per tutti”, rientra nel progetto Bari 2066, lanciato dall'Associazione con l'obiettivo di individuare strategie e scenari per la Città delle future generazioni.

La scelta di accostare Nunziante al tema della Cultura, spiegano gli organizzatori, non è casuale. Tutti lo conoscono perché ha scritto e diretto i film con Checco Zalone, da Cado dalle nubi a Quo vado? e in questi giorni è sugli schermi Come diventare grandi nonostante i genitori, sceneggiato da Nunziante con la regia di Luca Lucini. Come intellettuale, invece, Nunziante ha più volte esternato la propria visione legata alla cultura e alla comunità. Una visione che vuole ripensare le strategie culturali al centro dell'azione politica.

Nel corso dell'appuntamento sarà distribuito al pubblico un questionario con alcune domande sul tema della cultura. In questo modo i partecipanti all'incontro potranno interagire con l'ospite, esprimere opinioni sull'offerta culturale e suggerire proposte per la crescita della Città.


« Indietro

archivio